Domenica 19 Ottobre 2014 – Pechino

Il denso programma della giornata prevede un giro in risciò in un quartiere della Pechino antica, subito dopo andremo nel Palazzo d’estate presso il lago Kunming e, infine, ci sposteremo a Badaling dove scaleremo una parte molto panoramica della Grande Muraglia. Anche oggi non sarà una passeggiata…

1) Antico quartiere a Pechino. Non lo visitiamo seduti sul classico risciò a due ruote trasportato da un uomo a piedi con la forza delle braccia, come si vedeva nei film americani di qualche anno fa, bensì su un tre ruote guidato a forza di gambe da un esperto ciclista in grado di muoversi con grande perizia nelle strette vie (hutong) che caratterizzano il vecchio quartiere cinese.

Gli hutong sono vicoli formati da file di siheyuan, le tradizionali abitazioni con un cortile al suo interno. Molti quartieri sono formati dall’unione di più siheyuan tra di loro, cioè collegando fra loro più hutong. Per via di questa struttura, parlando di hutong spesso ci si riferisce all’intero quartiere. Dalla metà del XX secolo il numero di hutong a Pechino è calato drammaticamente, dal momento che sono stati demoliti per far spazio a nuovi edifici e a strade più ampie. Di recente alcuni hutong sono stati protetti per preservare questo aspetto della storia e della cultura cinese.

Pechino RisciòPechino hutongPechino hutong1Pechino hutong2Pechino hutong3

CIMG0397

Da turisti che si rispettano ci facciamo fotografare con la consorte al fianco sui nuovi risciò e poi, a coppie, ci addentriamo nel quartiere, trasportati da un chauffeur (non mi viene altro termine) che è abilissimo a schivare auto e ciclomotori che procedono in senso opposto. A un certo punto scendiamo dal risciò e andiamo a visitare un’antica abitazione. Qui ci aspetta il padrone di casa che ci introduce nei vari locali, tutti a piano terra, dove vive (o viveva) la sua famiglia. Più o meno la struttura di queste antiche case con corte è la seguente:

Pechino Antica abitazione

Nel filmato potete vedere quest’abitazione dal vivo ed entrare con me nelle varie stanze.

2) La seconda tappa la raggiungiamo in pullman. Si tratta del Palazzo d’estate sulle rive del lago Kunming e ai piedi della collina della longevità. Il suo nome in cinese, Yiheyuan, significa giardino dell’armonia educata. Questa splendida residenza estiva, costruita dall’imperatore Qianlong nel 1750, si estende su una superficie di 2,9 chilometri quadrati, dei quali il 75% è rappresentato da acqua. Nei 70.000 metri quadrati su cui sorge il complesso residenziale si trovano una notevole varietà di palazzi, giardini e altre strutture architettoniche. Difficile non farsi rapire dalla bellezza del luogo: ovunque scorre l’occhio c’è qualcosa di affascinante da fotografare. Ma lasciamo parlare le immagini.

Pechino palazzo d'estate collina della longevitàPechino Palazzo d'estate Veduta7Pechino Palazzo d'estate Ponte 17 archiPechino Palazzo d'estate Ponte 17 archi1Pechino Palazzo d'estate LungoCorridoioCoperto1Pechino Palazzo d'estate LungoCorridoioCopertoPechino Palazzo d'estate LungoCorridoioCoperto2DSCN3024DSCN3016

Il corridoio coperto, lungo circa 700 metri, permette una vista mozzafiato del lago e dei dintorni della residenza imperiale.

Pechino Palazzo d'estate Padiglione della benevolenza e della longevitàPechino Palazzo d'estate VedutaPechino Palazzo d'estate Veduta1Pechino Palazzo d'estate Veduta2Pechino Palazzo d'estate Veduta3Pechino Palazzo d'estate Veduta4Pechino Palazzo d'estate Veduta5Pechino Palazzo d'estate Veduta8Pechino Palazzo d'estate Veduta9Pechino Palazzo d'estate Veduta11IMG_1721IMG_1723

Ci siamo fatti anche una mini crociera sul lago…

IMG_1728mIMG_1718

Evidentemente il luogo ispira i poeti: uno di questi con una curiosa penna a acqua scrive le sue poesie sul selciato. Purtroppo questi capolavori durano il tempo di una fotografia… il vento presto le cancellerà.

DSCN2994DSCN2996DSCN2995

3) La terza e ultima tappa della giornata è la Grande Muraglia. Ci rechiamo a Badaling, una località dove il panorama, camminando sulle mura, è uno dei più belli di tutta Cina. In questo punto si possono prendere due direzioni: a sinistra vanno i camminatori allenati (la metà del gruppo), a sinistra vanno i sedentari come me. In verità, anche la salita di sinistra è decisamente faticosa…

Pechino Grande Muraglia2DSCN3063DSCN3060CIMG0450CIMG0455IMG_1745IMG_1753IMG_1755IMG_1760IMG_1770

Dopo tanta fatica, per fortuna ci aspetta un premio. Pranzeremo finalmente in un buon ristorante dove servono un’ottima anatra laccata, specialità di Pechino, ed è subito festa!

Pechino Anatra Laccata2Pechino Anatra Laccata3Pechino Anatra LaccataPechino Anatra Laccata1Pechino Anatra Laccata4

La cameriera gentilmente ci spiega come gustare al meglio l’anatra laccata: se ne prende un pezzetto, si aggiunge della verdura (porro e cetriolo, tagliati sottili) e un opportuno intingolo (soia molto densa), si avvolge il tutto in una sottile crêpe, la si addenta e… buon appetito!

Alla prossima…

Nicola

Crediti: foto di Mirella e Giorgio II°, Giorgio I° e Chicca. Alcune immagini le ho prelevate da siti istituzionali cinesi. Il filmato è mio.

Annunci
commenti
  1. Rosanna ha detto:

    Continuiamo a seguire con interesse il vostro bel viaggio. Alla prossima Un caro saluto RaRo

  2. Giusyna ha detto:

    La Grande Muraglia è l’altra cosa, oltre all’Esercito di Terracotta, che mi interessa particolarmente della Cina. Grazie per questo nuovo bel capitolo di Viaggio 🙂

    • Nicola Losito ha detto:

      Peccato che quel giorno ci fosse foschia: comunque anche in condizioni di tempo non ottimali, la vista del paesaggio dall’alto delle mura era spettacolare. C’era da rimanere affascinati oltre che dalla grandezza della costruzione anche dai meravigliosi colori della natura autunnale… come si può osservare guardando il filmato, uno dei più belli che ho girato.
      Un cordiale saluto, cara Giusy.
      Nicola

  3. sguardiepercorsi ha detto:

    Che meraviglie!
    Ciao, Nicola… Davvero un gran bel viaggio 🙂

  4. tramedipensieri ha detto:

    Interessante …la muraglia cinese mi ha sempre attratto…magari l’anatra meno… 😀

    • Nicola Losito ha detto:

      e poi sulla muraglia si possono fare incontri interessanti… 😀
      Quanto all’anatra… lo sai che io sono sofistico col cibo, nel senso che non mi piace niente, beh, quella sera qualche sostanzioso assaggio l’ho fatto!
      Baci.
      Nicola

      • tramedipensieri ha detto:

        🙂
        quando si ha appetito mi sa che si passa tutto (quasi)…
        buona giornata
        .marta

      • Nicola Losito ha detto:

        A essere sinceri, io sono una buona forchetta, ma in Cina, il menù turistico, l’appetito te lo fa passare!
        Quando sono tornato a casa ero dimagrito di due chili; chili che, purtroppo, in un mesetto li ho ripresi tutti grazie alla cucina mediterranea della mia signora… 😀
        Buona giornata anche a te.
        Nicola

  5. primaepoi ha detto:

    Stiamo viaggiando sui tuoi passi, che meraviglia! 🙂

  6. primaepoi ha detto:

    qualche dubbio su quell’anatra però…

  7. ventisqueras ha detto:

    è stata una bella idea quella di farci curiosare dentro una casa cinese…ho trovato curiosa la penna ad acqua, bellissime le foto che ci illustrano perfettamente l’ambiente e le tue emozioni
    grazie e buona giornata

    • Nicola Losito ha detto:

      Mi è piaciuta molto l’idea del cortiletto interno dove la famiglia si può riunire e i bambini possono giocare tranquillamente.
      Quella della penna ad acqua è una trovata geniale, davvero ecologica. Peccato che le poesie (o le proteste) evaporino nel giro di qualche minuto…
      Cordiali saluti.
      Nicola

  8. stravagaria ha detto:

    Chiunque e da qualunque percorso risalga quelle gradinate ha tutta la mia stima! La vista premia ma poi non resta che la protesi all’anca 😉 al tuo viaggio ora mancano solo gli “assaggi” di street food per entomologi…qualcuno di voi si è avventurato a provare qualche insetto commestibile?

    • Nicola Losito ha detto:

      Ciao carissima Viv,
      in certi tratti la gradinata è così ripida che rischi di cadere all’indietro. Però, davanti a me avevo un bellissimo panorama e un tacco 16 spettacolare (vedi filmato) per cui non ho sentito la fatica… 😀
      L’incontro fatale con il cibo “strano” lo abbiamo avuto più avanti, a Shanghai, ma non lo abbiamo assaggiato solo perché costava troppo… ahahahah
      Vermi, bacherozzi, e altre squisitezze sono care come il fuoco.
      Un cordiale abbraccio.
      Nicola

  9. ombreflessuose ha detto:

    Uno dei miei sogni è fare un viaggio nel cuore della Cina
    Per ora mi accontento di sognare attraverso te
    Grazie mille, Nicola
    Baci
    Mistral

    • Nicola Losito ha detto:

      Anch’io da anni desideravo visitare il “Paese di Mezzo” ma ci sono riuscito solo al termine del lavoro attivo.
      A te, invece, auguro di riuscirci molto prima.
      Cari saluti.
      Nicola

  10. simona ha detto:

    In questo vostro “viaggio delle meraviglie” se ne sono viste di cose belle o curiose o sorprendenti o…tutte le tre cose insieme. Difficile fare una scelta ma…questa tappa mi ha particolarmente entusiasmato!

    Buona settimana

    Simona

    • Nicola Losito ha detto:

      Pechino ha molte frecce al suo arco e, nella prossima puntata, ne giocherà altre. Il vantaggio della Cina è che ha alle spalle 3000 anni di storia e questo è un primato invidiabile.
      Un abbraccio, cara Simona.
      Nicola

  11. mariella1953 ha detto:

    Bellissima puntata!
    Tra tutte queste meraviglie mi affascina la grande muraglia!
    Complimenti per le foto e buona serata

    • Nicola Losito ha detto:

      Cara Mariella,
      non so se hai visto anche il filmato: la Grande Muraglia è un’opera grandiosa, ma dalla sua parte ha anche una natura fantastica che la circonda. Noi eravamo là all’inizio dell’autunno quando i colori delle foglie sono indicibilmente belli.
      Grazie a te per essere qui.
      Nicola

  12. ludmillarte ha detto:

    ho guidato il risciò, ma non in Cina e privo di quel bel tetto arancione. a guardarli nel filmato pareva di esserci sopra. le immagini dall’alto della Grande Muraglia sono ancor più suggestive. complimenti come sempre, sottolineando i tuoi video, che possiamo comodamente guardare, ma so quanto lavoro c’è dietro per “montarli” ad hoc.
    un abbraccio, buonanotte

    • Nicola Losito ha detto:

      Grazie Lud: sei la prima che mette in evidenza la fatica e l’impegno (ore e ore, intere giornate) per ricavare un filmato di un quarto d’ora partendo da diverse ore di riprese girate giornalmente durante il tour.
      Peccato che pochissimi li abbiano guardati. Evidentemente i filmati interessano solo a chi ha vissuto di persona il viaggio. Comunque me l’aspettavo. Io continuerò a pubblicarli più per non dimenticarli che per ottenere gratificazioni.
      Contraccambio l’abbraccio.
      Nicola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...