Archivio per 06/04/2016

– driiin, driiin, driiin…

Il telefonino dall’altra parte squillava da un po’, ma nessuno si prendeva la briga di rispondere. Stavo quasi per riattaccare, quando finalmente la linea si aprì:

– Pronto? dissi, circospetto. Stella

– Sì, chi parla? rispose una voce decisamente infastidita.

– Nicola!

– Nicola chi?

– Dai, Anna, fai la brava, oggi non sono proprio in vena di scherzare.

– Ah, sei… quel Nicola! Si può sapere cosa vuoi da me?

– Ti ho chiamato perché sto sistemando la rubrica del mio telefonino nuovo e voglio aggiornarla come si deve, cioè in maniera da individuare esattamente con chi parlo o chi chiamo…

– Non capisco.

– Dai, è semplice! Nella vecchia rubrica ho cinque Anna e nessun cognome che le identifichi in modo univoco.

– Cavolo! Non credevo che il mio nome fosse così comune. Inoltre sono stupefatta. Uno come te che – lo sanno tutti – non lo caga nessuno, ha il mio bel nome ripetuto così tante volte!

– Beh, si può sapere perché oggi sei così acida? In fondo ti sto soltanto chiedendo di dirmi il tuo cognome.

– Dunque neanche sentendo la mia voce ricordi con quale Anna del cazzo stai parlando?

– Beh, ecco no. Alla mia età sono un po’ sordo, anzi no, non è che sono davvero sordo, il fatto è che questi cavolo di marchingegni moderni saranno anche dei mezzi computer, ma hanno degli altoparlanti che fanno schifo e, in più, alterano le voci. Vuoi mettere il caro, vecchio, ingombrante telefono da tavolo, quello sì che…

– Ok, Nicola, sei troppo stupido e mi irriti ogni volta che ti sento! Quindi il mio cognome te lo sogni proprio e, ti prego, telefonami unicamente quando hai qualcosa d’interessante da dirmi!

– clik.

– …

OH, CAPPERO, che donna scorbutica! pensai tra me e me, e sono soltanto alla prima voce della prima lettera dell’alfabeto…

– …

– …

Domanda da un milione di dollari: secondo voi, sono andato avanti  a sistemare la Rubrica del mio nuovo telefonino?

Nicola

Stella circospetto = atteggiamento caratterizzato da cautela mista a timore (Treccani on line)