Gli errori della signora con la falce – di N. Losito

Pubblicato: 15/09/2016 in Uncategorized

E’ molto brutto quando si è costretti a parlare della morte. Ne convengo e forse non sarebbe nemmeno un argomento da trattare in un blog come il mio in cui la leggerezza e l’allegria sono di casa sempre e comunque.

Oggi, sconvolto e amareggiato da una notizia appena ricevuta, però, sento il bisogno di esternare il mio pensiero riguardo al comportamento di quella signora che ha il compito insindacabile di mettere la parola fine al nostro percorso terreno.

Tutti, prima o poi, dobbiamo morire: da qui non si scappa. E’ inutile che ce lo nascondiamo sperando – scaramanticamente – di lasciare questa terra il più tardi possibile. Superati i cent’anni, quell’odiata e odiosa signora si presenterà al nostro cospetto e ci darà il benservito. Lei farà giustamente il suo dovere istituzionale e tutti, parenti, amici e conoscenti, non avranno di che ridire o contestare. A quell’età abbiamo di sicuro superato il nostro limite, non serviamo più a nulla, anzi, siamo un peso per la società ed è corretto che ci togliamo di torno.

A volte, penso cioè a tutti coloro che, innocenti, muoiono per colpa di un terremoto o per lo scoppio di una bomba. In questi casi quella signora di cui stiamo parlando dovrebbe rifiutarsi d’intervenire, dovrebbe rivolgersi al suo Diretto Superiore e protestare vivacemente affinché Lui intervenga in tempo a curare i mal di pancia del sottosuolo che ha deciso, senza alcun preavviso, di assestarsi. Deve pretendere che Lui si dia carico di punire chi ha costruito case non sicure, e, soprattutto, si premuri di mettere un po’ di buon senso nelle teste degli odierni signori della guerra o dei terroristi che seminano morte e terrore sperando di trovare nel loro desiderato paradiso delle vergini ben disposte nei loro confronti…

Infine, la signora con la falce dovrebbe rifiutarsi d’intervenire quando un figlio o una figlia sono costretti ad andarsene prima dei loro genitori.

Questa è una delle morti più ingiuste che ci siano. E qui mi fermo, sottolineando, con grande tristezza, questo suo gravissimo errore che, per mille e una ragione, sembra impossibile da correggere. Ma, se lassù Qualcuno è in ascolto, sappia che è ancora in tempo per intervenire e salvare quelli che hanno tutti i diritti di vivere ancora la propria vita.

Resisti Stefania!

Nicola

Annunci
commenti
  1. sherazade ha detto:

    Caro Nicola un ragionamento certamente motivato ancor più dai recenti ennesimo disastro e quella che tu chiami la signora dalla falce altri non è che il destino non posso chiamarlo diversamente!
    Mi viene in mente lo spericolato mestiere di Schumacher ridotto a un vegetale in una innocua giornata passata a sciare placidamente con la famiglia!
    Bambini innocenti muoiono di malattie nei nostri ospedali oppure di fame oppure in campi di guerra e non credo a un Dio che possa volere tutto questo!
    Noi che abbiamo varcato la metà abbondante della nostra vita non possiamo che dire altro che siamo macchine e che il nostro corpo sì usura nè più nè meno e si può sopravvivere finché le parti di ricambio esistono e funzionano..

    Che rientrò cupo 😥
    Sheraconunabbraccio

    • Nicola Losito ha detto:

      Hai ragione, cara Shera, non era questo il modo con cui volevo rientrare in Rete! Ma gli eventi di questi ultimi mesi e poi la notizia che la figlia di una coppia di cari amici è in coma per un aneurisma cerebrale assolutamente imprevedibile mi hanno spinto ad abbandonare il tono leggero che contraddistingue il mio blog. L’ho fatto unicamente per augurare a Stefania di riuscire a vincere la sua battaglia contro una sentenza del tutto ingiusta.
      Resterò silente ancora per un po’, devo superare questo brutto momento e restare il più vicino possibile alla famiglia di questa ragazza, coetanea e cara amica d’infanzia dei miei figli.
      Contraccambio l’abbraccio.
      Nicola

  2. Purtroppo è così, ma spesso la vita ci manda situazioni che sono ancora peggio della morte. Ben tornato!

    • Nicola Losito ha detto:

      Sì è proprio così, ma quello che fa più male è che non si può fare nulla contro certi fatti che avvengono attorno a noi, malgrado la nostra buona volontà.
      Grazie per la partecipazione.
      Nicola

  3. tramedipensieri ha detto:

    Resisti Stefania, resisti!
    ciao Nicola

    • Nicola Losito ha detto:

      Stefania è una ragazza forte e ce la metterà tutta per vincere la sua battaglia per la vita. Questo è l’augurio che ho voluto farle con il mio post.
      Un abbraccio.
      Nicola

  4. remigio ha detto:

    Ciao Nicola e bentornato. Peccato che il tuo ritorno sia coinciso con una brutta notizia. Si, è vero, da quella “signora con la falce” nessuno può scappare. Ma la morte – quella violenta, ingiusta e imprevista che nessuno si aspetta- suscita inevitabilmente interrogativi sul bene e sul male di questo mondo, provoca dubbi religiosi, genera incertezze e confusioni. E naturalmente viene accolta come una ingiusta condanna.

    • Nicola Losito ha detto:

      Caro Remigio, grazie per il tuo gentile atto di presenza e per le tue condivisibili parole. Ora non resta che aspettare il prosieguo degli eventi e sperare che Stefania si riprenda dal coma e ritorni sana e salva ai suoi affetti.
      Nicola

  5. stravagaria ha detto:

    Un mesto bentornato. Mi unisco al tuo augurio…

  6. sissa ha detto:

    Non so che dire. Io prego. Non so bene a che cosa serve, cioè a dire il vero io lo so: non è come quando la Fata Smemorina dice “Salagadula mencicabula bibbidibobbidibu”, anche se c’è chi ne è convinto.
    Cari saluti & coraggio a tutti voi
    Six

    • Nicola Losito ha detto:

      Cara Sissa,
      anch’io credo nella forza delle preghiere comunque vadano le cose. E’ davvero triste disarmante sapere che una ragazza dell’età dei miei figli, in perfetta salute fino a ieri, ora si trovi a lottare tra la vita e la morte per un avvenimento malevolo così imprevedibile…
      Grazie per essere qui.
      Nicola

  7. ili6 ha detto:

    Coraggio, Stefania.

  8. Un triste rientro … molto realista e sensato … la vita purtroppo è così!!!
    Comunque … Bentornato Nicola e Forza Stefania!
    Francesco

  9. quarchedundepegi ha detto:

    Caro Nicola,
    Di fronte alla Signora con la falce sembra non ci sia niente da fare.
    È un mistero riuscire a comprendere certi perché. Uno psicologo bavarese scrisse un libro che aveva per titolo: “IL DESTINO COME SCELTA”, per cui sembra che noi si scelga il nostro “destino” prima ancora della nascita…
    Ho tentato di approfondire l’argomento, e sembra che ci sia qualcosa di vero.
    Coraggio Stefania… metticela tutta.
    Buon pomeriggio.
    Quarc

    • Nicola Losito ha detto:

      Grazie Quarc per essere qui. Io sono convinto che ognuno di noi, in età di pieno raziocinio, possa decidere il proprio destino comportandosi in modo da provocarlo, in qualche maniera gestendo con cura la propria vita. Resta fuori dalle nostre scelte l’imprevedibile, il caso fortunato (a volte) o sfortunato. Come è successo all’amica Stefania. Colpita casualmente da un fatto increscioso che nessuno avrebbe potuto prevedere, vista la sua giovane età e la sua buona salute.
      Un cordiale saluto.
      Nicola

      • quarchedundepegi ha detto:

        Quello che ho voluto dire è che sembrerebbe che noi, in grandi linee, decidiamo del nostro futuro “prima del concepimento”.
        Il discorso è, in questa sede, molto difficile.
        Quarc

      • Nicola Losito ha detto:

        Il pensiero dello psicologo bavarese è interessante: il destino come scelta ab origine. L’unica differenza con il mio pensiero è che io sposto questa scelta a dopo la nascita quando un essere umano possiede già alcuni strumenti per decidere del proprio destino. Concordo con te che non sono discorsi facili da affrontare qui.
        Un cordiale saluto.
        Nicola

      • quarchedundepegi ha detto:

        Appunto.
        Se tu fossi arrivato a leggere il mio libro, ti potrebbe essere più chiaro.
        Buona Domenica.
        Quarc

  10. giselzitrone ha detto:

    Alles Liebe und ein gutes Wochenende lieber Gruß Gislinde

  11. roberto ha detto:

    Ben tornato, Nicola e un grande “FORZA” Stefania.
    roberto

    • Nicola Losito ha detto:

      Grazie, caro Roberto! Stefania è ancora in coma, ma dopo la tracheotomia ora riesce a respirare da sola. Questa è una buona notizia.
      A presto.
      Nicola

      • roberto ha detto:

        Sia lodato il CIELO. Anche se dovra’ ancora lottare, e’ un buon segno. Grazie Nicola, a presto. Un grande abbraccio. roberto

      • Nicola Losito ha detto:

        Recenti notizie parlano di una condizione stabile del coma non più soggetto a terapia intensiva, ma comunque irreversibile. Non credo sia una buona notizia.
        Ciao, caro Roberto.
        Nicola

  12. Ciao Nicola, anche se non la conosco faccio i miei auguri a Stefania ed alla sua famiglia che sta vivendo ore drammatiche.

    Infine, voglio solo aggiungere: “Ben tornato!”

    Un abbraccio,

    Federico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...